Vellutata di topinambur e ravanelli

gennaio 13, 2011 § 10 commenti

Avete presente la manica corta del vestito o della camicetta che funziona da laccio emostatico, lo slip che ti strige cosi tanto sui fianchi da farti sembrare un arrosto di vitello, la camicia che quando respiri profondamente mostra a tutti le tue grazie! Stamattina anche le scarpe mi andavano strette!! Quindi ho preso tutto il coraggio che avevo e sono salita sulla bilancia. Bè scopro amaramente che non erano solo 3 i chili da perdere!!!

Da dopo capodanno non mi sono più pesata. Tanto mi sarei solo angosciata. Mi sono detta, “mi metto subito a dieta e poi dopo qualche giorno mi peso”.  Solitamente avviene che nei primi giorni perdo subito un finto chiletto, quello del gonfiore per intenderci, che però dà stimolo per continuare la dieta. Invece sono oltre quello che temevo, di un chilo abbondante!! Quindi ora che si fa? A dire la verità io non ho proprio voglia di fare la dieta …  ieri ho fatto un plum cake buonissimo, per metà è andato a mia cognata, così almeno non ce lo mangiamo. Sì uso il plurale perché anche Duccio è diventato un specie di leone marino!!!  D’altronde quello che io cucino qualcuno lo dovrà pur mangiare!!
Quindi alla fine propino a cena sempre queste vellutatine, minestrine, pesce e verdure light (da qui il famoso filetto di cernia…)
Tranne ieri, vista la delusione per la cena del giorno prima,  abbiamo sgarrato con un arrosto di vitello e il plum cake!! Che bontà… ma questa è una storia, che vi riproporrò nei prossimi giorni!!

Piesse

Per tutti quelli come me che neanche sapevano che esistesse un topinambur , vi declino il suo nome nelle diverse regioni d’italia. Credo che il nome che rende maggiormente idea del sapore sia quello calabrese, sono praticamente delle patate che sanno di carciofo!! Un giorno le proverò fritte! 🙂

Calabria: pataticarcioffuli
Emilia-Romagna: burdoni
Friuli-Venezia Giulia: cartofule
Lombardia: tartuful, per de tera, pir ad tèra
Piemonte: ciapinabò, topinabò
Puglia: taratufoli
Sardegna: Topinambur
Sicilia: Patacca

Ah dimenticavo questa ricetta ovviamente partecipa al contest di  Jasmine! Mettere radici (io ne ho messe ben 2!!!)

« Leggi il seguito di questo articolo »

Annunci

Cavolfiore e Fiordisale …

gennaio 5, 2011 § 3 commenti

Di questo ultimo scorcio d’anno salvo senza dubbio la scoperta del fiordisale! Immagino che nei vari foodblog esistano svariate disquisizioni sul fior di sale, ragione per la quale io non mi dilungherò sulle sue meravigliose peculiarità. Cmq come tutte le cose che mi riguardano, non esistono mezze misure, il vecchio “normale” sale non ha trova più spazio nei miei piatti! Per me o tutto niente! Se inizio a correre, mi devo preparare per la maratona, se ho un’avventura con uno sconosciuto, finisce che ci sto insieme per 10 anni (caro Duccio… sono quasi 10 anni…) se decido di applicarmi nella cucina, mi organizzo per aprire un ristorante 🙂

PS… devo ancora uscire da la fase “pucundrica” ma fortunatamente le feste sono quasi finite, e con esse anche la malinconia…

« Leggi il seguito di questo articolo »

Vellutata di Zucca con Tabasco

novembre 16, 2010 § 20 commenti

Sempre in fase di motti e modi d vivere, un’altra condizione che meglio mi aiuta a sostenermi, è un’innata positività, la capacità di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno.

Ovviamente è legata al motto di ieri “Mai lamentarsi, perchè più nera della mezzanotte può sempre venire!”. Ora delle volte rasento la pazzia, avete presente le domande di rito “Come va?” e le relative risposte “Tutto bene, grazie!” Ecco io me le pongo e mi rispondo da sola!! Mi lascio andare a momenti malinconici raramente, in solitudine o con Duccio che deve in qualche modo portare anche egli la sua croce! Alla fine soffermarsi a riflettere non sempre aiuta, nei momenti in cui sembra davvero che non vi siano punti di svolta, forse vale la pena proseguire, attendere, tergiversare menando il can per l’aia, vedendo il bicchiere mezzo pieno, anche se in cuor tuo sai che vuoto, ma ora non puoi fermarti, perchè il cielo è troppo grigio per potere pensare.

Il mio bicchiere mezzo pieno di oggi:  sono a casa malata, una giornata di quelle che qualche tempo fa avrei trascorso sul divano tutto il dì, macinando pensieri, invece sono qui a scrivere, e quanto mi piace, posare foto, pensare alla ricetta che devo fare. E così anche oggi costruisco qualcosa, attendendo che il cielo non sia più grigio.

E poi cosa non da poco, mai avrei cucinato la zucca (la odiavo quando ero ragazzina), se non l’avessi vista in tutti food blog!!

« Leggi il seguito di questo articolo »

Zuppetta Cavolfiore e Zenzero

ottobre 26, 2010 § 4 commenti

Qui a Milano è arrivato l’inverno, la colonnina mercurio segna alle 9 del mattino 8 gradi. In questo periodo adoro vedere come intorno a me le persone reagiscono all’arrivo inarrestabile dell’inverno. A Milano più che in ogni altra città, non ci si arrende! Vedi in giro già le sciure con cappotto o piumino, poi quelle che si sono arrese alle calze e alla maglia di lana, e le stoiche pantaloni con decoltè senza calze e spolverino utilizzato in primavera con almeno 15 gradi! Quindi con queste temperature, essendo poi lunedì, cosa c’è di meglio se non una zuppetta calda? E allora come promesso ricettina light e saporita. Perfetta per queste prime sere di inverno, se avete poi particolarmente fame, ci aggiungete un po’ di pasta, pasta mista mi raccomando! « Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag Zuppe su Menando il can per l'aia's Blog.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: