Brownies café e noci

gennaio 19, 2011 § 17 commenti

Ancora dolci!?!?

Sì, perdonatemi, ma questa ricetta doveva andare a per fine settimana, ma se avessi rispettato questa linea non avrei avuto la stessa enfasi nel raccontare quanto devo.

Dunque, è da domenica sera, che attendo questo martedì. Duccio finalmente riprende a giocare a calcetto (sì, rientriamo proprio nel fenotipo della famiglia media italiana) e combinata con la partita, per evitare di perdere un po’ di peso in eccesso, c’è la pizza con i fedeli compagni di gioco. Questo si traduce in una serata liberissima! Una volta assodato che non c’è nessuno che venga a giocare a tennis con me (ps se sei di milano e vuoi giocare me in modo mooooltooo amatoriale contattami!!) decido di buttarmi a capofitto in cucina. Lunedì decido cosa preparare, ed essendo il compleanno di un’amica, trovo anche un senso a questa fatica. Come sapete non ho la bilancia (anche se ieri ha dato nuovamente segnali di vita) quindi cerco  su un ricettario US questa ricetta, la traduco, converto le once e gli stick in grammi, vado a comprare gli ennesimi ingredienti che mi mancano, arrivo a casa, mi cambio, entro in cucina e posso dire “Su Vero!! Si inizia! “
Tutto perfetto, tempi e modo. La ricetta ovviamente non è questa, quando un giorno avrò sbollito ci riproverò, ma ci sono 2 dei 3 processi.

Se non fosse che quando sforno il brownie l’interruttore on/off dell’area “abilità psicomotorie” del mio cervello si posiziona su off. Con tutta la grazia che il Signore mi ha donato, prendo la teglia ancora calda la rovescio per posare il dolce su una griglia. Il risultato è questo:

Lascio tutto come è, vado in sala mi metto sul divano con il  mio mac e tergiverso su internet. Con la speranza di rientrare in cucina e ritrovare ancora il brownie nella sua teglia. In questo caso l’interruttore dell’area “Alimentiamo speranze vane” era sul on. « Leggi il seguito di questo articolo »

Annunci

Brownie cheesecake

gennaio 10, 2011 § 14 commenti

Questo sarà il post dei buoni propositi.

Ho smesso di combattere le battaglie contro i mulini a vento. Non mi innervosirò più se le cose non vengono come le voglio, e neanche se non vengono quando voglio, imparerò ad accettare quello che non posso cambiare. Questo sarà il mio motto del 2011, accettare quello che mi viene propinato dal destino… dagli eventi, perché sbattere il piede a terra urlando “Non è giusto!! non è giusto!”  non mi è utilie, e mi sfinisce.

Ho trascorso una fine d’anno modello Don Chisciotte, io e le mie battaglie contro i mulini a vento. Basta, quei mulini a vento innanzitutto  non esistono, e poi seppur esistessero, devo assolutamente  lasciarli perdere. Sono battaglie perse, battaglie inutili.

Non è persa invece la battaglia contro i il brownie cheesecake! La prima volta che l’ho fatto è venuto una vera e propria schifezza, questa volta buono anche se il formaggio sugli angoli ha risentito un po’ troppo della temperatura del forno, la prossima sarà perfetta 🙂

 

« Leggi il seguito di questo articolo »

Brownies ai Pistacchi

novembre 15, 2010 § 16 commenti

Il mio motto, quello che mi ha sempre in qualche modo salvata, è di non lamentarmi mai troppo.

Perchè se gli eventi in questo momento cruciale della tua vita non volgono proprio a tuo favore, devi ricordare che può comunque andare peggio. Questa regola vale non solo per le grandi questioni che pesano sulla tua vita, relazioni, lavoro, salute; ma anche per le piccole “rotture di maroni” quotidiane. La sera vai a letto pensando alla noia nel doversi svegliare e incominciare una nuova settimana, un pesantissimo lunedì, e ti lamenti, mugoli tra te e te cose del tipo “Non ho proprio voglia, odio questa vita…” Ecco! La mattina potrai essere svegliata dalla pipì della tua gatta, che non ha pensato a null’altro di meglio se non fartela sul piumone!!
Questo è stato il mio risveglio, con gli occhi ancora appiccicati dalle nanne ho dovuto mettere a lavare tutto, chiudere in un sacco gigante il piumone per portarlo stasera in quelle losche lavanderie a gettoni, visto che non entra nella mia micro lavatrice.
Quindi a conti fatti, valeva la pena senza dubbio non lamentarsi…
Dopo le fatiche che non avevo messo assolutamente in conto, mi sono consolata (è una parola che uso spesso nel blog… forse dovrei farmi quanto meno delle domande…) con questi cubotti di brownies. Poi magari quando li rifarò vi descriverò il mio rapporto complicato con questi dolcetti.

« Leggi il seguito di questo articolo »

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Brownie su Menando il can per l'aia's Blog.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: