Trofie con la catalogna (o cicoria) e salsiccia toscana – Liberiamoci del Maiale

febbraio 1, 2011 § 11 commenti

Avviso! Questo sarà un post con qualche parolaccia, scorrettamente politico e con una punta di femminismo.
Se volete leggere solo la ricetta andate in fondo e saltate questa filippica!
Non l’avrei mai detto, la sua fine politica e di immagine è stata dettata da una puttana. Eppure i vecchi detti dicono mai fidarsi delle puttane. Sono ingrate, dimenticano facilmente, alla fine tu sei solo un cliente. Lui che ha praticamente la faccia di gomma tante le plastiche subite, che ha fatto dell’immagine la sua fortuna, si ritrova a leggere le cronache con qualche intercettazione tipo “quel vecchio dal culo flaccido” meravigliosa. Appenderei un lenzuolo con questa scritta.  Perché quello che non si comprende è che finché va con le ragazzine, è l’uomo che non deve chiedere mai, quello che va invidiato “Caspita ha cmq 75 anni”. Ma poi una ragazzina, diventata un politico da 10.000 euro al mese  ricorda a tutti che lui è “un vecchio dal culo flaccido!”. Vatti a fidare delle puttane…
Per tutto il resto non me ne può fregare nulla. È vergognoso, ma lo è dal 1994. Mi preoccupano maggiormente le sue frequentazioni mafiose rispetto a quelle di Ruby & Co.

Quello che mi ha sempre infastidito è che ha portato nella casa degli italiani “le tette e i culi”, come nuova idolatria. Perché a ora di cena mentre si mangia si doveva vedere ragazzine sculettanti che arrivavano con movenze da vecchi puttanoni, al suon di “Arrivano le veline!!!”. Io non l’ho mai visto in 15 credo che vada in onda. Chiedete pura a Duccio le filippiche su quanto trovavo sminuita la figura della donna quando queste ragazzine entravano in pattini (mi pare che fossero pattini). Dicevo “Cosa si vuole ottenere?? Un papà/marito eccitato mentre arrotola gli spaghetti, nel vedere una ragazzina poco più grande della figlia. Una moglie/mamma che guarda e si sente inadeguata, incapace di avere ormai quell’avvenenza.” E allora Duccio sfinito cambiava canale…
Un’altra filippica era destinata a Controcampo, lì tutti uomini e la fighetta che non parla e fa vedere cosce e tette. (il quel caso Duccio subiva ma non cambiava canale!).

Quando poi le tettine e culi hanno assunto i ruoli di ministri, allora davvero ho deciso di fare un passo indietro. Probabilmente non ci ho mai capito molto, probabilmente questa davvero è la società dell’immagine, dell’apparire, le donne nel mentre erano mute. Come posso discutere con qualcuno che ha votato la Carfagna? Certo che lo sa che abbiamo nei bagni dei camionisti i suoi poster, ma evidentemente non è un problema.
Ma io del proverbio cinese “Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico” ne ho fatto il motto della mia vita. Alla fine tutti invecchiamo, e pochi hanno lo spessore di colei che disse a chi voleva coprirle le rughe  “lasciamele tutte. ci ho messo una vita a farle”. E allora aspetterò la loro umiliazione, come quella di Silvio, che era lì a leggere “quel vecchio dal culo flaccido”. Sarà morto in quel momento, avrà urlato “IO NON HO IL CULO FLACCIDO!! IO NON SONO VECCHIO!!”. E invece è solo un vecchio poco lucido.

Grazie a chi ci ha pensato!

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

  • 400gr di trofie
  • 3 cespi di catalogna
  • 2 spicchi d’aglio
  • 4 piccole salsicce toscane
  • una manciata di pecorino romano
  • Olio qb

TEMPI DI PREPARAZIONE 1 ORA

Mondare la catalogna,  (non utilizzare i gambi troppo spessi)
In una pentola capiente, fate bollire dell’acqua con una presa di sale. Aggiungere la catalogna e lasciarle lessare per qualche minuto.
In un tegame mettere a soffriggere l’aglio, l’olio e aggiungere la salsiccia sminuzzata finemente.
Una volta lessata la verdura passarla nel tegame e farla rosolare nell’olio, ci vuole almeno un’ora scarsa, bagnare frequentemente con acqua.
Aggiungere nell’acqua di cottura della catalogna le trofie. Scolare al dente e riversare nella pentola con le verdure a fuoco sostenuto.

Annunci

Tag:,

§ 11 risposte a Trofie con la catalogna (o cicoria) e salsiccia toscana – Liberiamoci del Maiale

  • Claudia ha detto:

    :-O No comment….
    le tue trofie le commento eccome…. ottimeee!!!! maipensato di condire la apsta con cicoria e salsiccia… bell’ideaghiotta ghiotta!!! smackkkk

  • La Melannurca ha detto:

    Sai cosa si voleva ottenere, tra l’altro? Far credere che con tette e culi si fa carriera…
    E alla fine noi “giovani” laureati (che non abbiamo creduto che bastassero le tette e i culi) ci ritroviamo a lavorare 12 ore al giorno co.co.pro guadagnando 1000 euro al mese. E invece chi ha creduto nelle tette e nei culi ne guadagna 10.000 non facendo un tubo.
    Sono arrabbiata, sì.
    ps: cmq, tra l’altro, considerata la mia poca “prosperosità” io proprio non ci potevo credere ;-pppp

  • 'povna ha detto:

    la ricetta è assai buona e tocca non una ma tre delle mie corde (amo follemente tutti e tre i tuoi ingredienti principali). ma è soprattutto del commento che voglio ringraziare. perché finché ci saranno persone convinte, in buona fede, di stare guardando qualcosa di critico o militante guardando Zelig, le Iene o (appunto) Striscia la notizia vorrà dire che di lui, ancora, in questo paese non ci saremo davvero liberati.
    “Mi preoccupano maggiormente le sue frequentazioni mafiose rispetto a quelle di Ruby & Co.”: anche a me.
    ciao e grazie ancora (il mio esce domani)

  • LA LUNA NERA ha detto:

    è quello che penso anch’io e mi chiedo perchè nessun giornalista, conduttore qualunque non puntualizzi proprio questo invece di far venire il latte alle ginocchia riproponendo in continuazione intercettazioni sulle parti più o meno flaccide! (forse perchè questo è il modo migliore per far passare la legge antiintercettazioni? si)fino a 15 gg fa mentana era l’unico a provarci, ora ha abdicato pure lui e non c’è più un tg che informi. leggitori (a questo sono ridotti i giornalisti tv) dai capelli tinti e leggitrici rigonfie come camere d’aria, annunciano quanto costano le palle di natale, quanti spaghetti mangiano gli italiani, quante gocce di pioggia son cadute ieri e poi…sigla! e le notizie vere?
    sembriamo un popolo narcotizzato. anzi, lo siamo.

  • dolcipensieri ha detto:

    ciao io sono “apolitica” a modo mio ma le mie idee tendono più a destra, son sincera ma per vari motivi miei… faccio solo un appunto comunista si fa per dire: in tanti anni di lavoro dipendente, ho avuto bisogno una volta dei sindacati che pagavo tutti gli anni puntuale, qnd ne ho avuto bisogno non mi hanno per niente aiiutata, riuscendo così a denigrare la mia pur possibile sensazione positiva nei confronti della sinistra, vicina ai lavoratori, ma sarebbe lunga raccontare…cmq sia vorrei dirti che anch’io nn vedo striscia per vari motivi fra cui le veline, fra cui i vari presentatori che si susseguono a scanso dei loro vari giri di cinema e teatro o con altre tv estere… cmq sia quello che vorrei dirti è che di tette e culi anche la rai, che noi tutt’ora paghiamo pur essendo ormai digitali, è sempre stata propensa alle belle donne… vedi arbore e simili, e non per fare solo un nome ma ce ne sono tanti altri attuali quali la ormai famosa isola che a furor di tanga, padroneggia la tv statale quindi credo che tutto il mondo è paese… inoltre per noi donne ma anche per gli uomini veder fare a botte gente pagata, penso sia triste!!! come triste vedere tutti i ritocchi che si fa la Ventura di edizione in edizione oltre che vederla indossare abiti costosissimi almeno due per sera… almeno quelle private non le paghi se non vedendo i loro programmi o assimilando le pubblicità, cosa che fai anche con la rai… non sono fans di Mr.B ma almeno lui si è fatto da solo, propone cio’ che il pubblico vuole a cui anche mamma rai si sa abbassare se poi puttaneggia a casa sua e regala assegni, beh cavoli suoi… non so’ se mi trovi d’accordo ma vorrei finire con una domanda: al posto suo chi ci vedi o vedete??? come uomo politico c’è qualcuno che non va a puttane, con travestiti, con gay, con viados? oppure la mafia? c’erano già conflitti negli anno ’80 e sanza fare nomi…io ho dei dubbi… adesso ma anche poi, il presente lo si può vivere ma del futuro come si fa a sapere che ti capita???
    la cosa “più importante” in questo contesto è la bontà della tua ricetta!!! baci baci

    • LaVero ha detto:

      Visto il tuo commento, e non posso fare a meno di dirti grazie di essere passata di qui e aver cmq voluto condividere con me i tuoi pensieri. Io sono tra quelle che sta molto bene con quelli di destra, che ha una pessima opinione del sindato italiano, di quelle che trova devvero difficile capire chi ci andrà al governo dopo Berlusconi.
      Ma trovo ignobile come vengano rappresentate le donne in questo frangente storico. Che si possa dire in dibattiti politici che la Bindi è brutta, che signorina senza veli sia Ministro delle pari opportunità, che i messaggi siano sempre “Se sei bella ce la fai” non ce la faccio più. Davvero. Eppure credimi non sono da buttar via io, ringraziando il Signore, sono la classica bella ragazza terruncella. Che non sia tutta colpa sua, sono d’accordo qualcuno prima di lui fece peggio, ineccepibile. Ora però basta, credo che cmq ci meritiamo di meglio, sia Fini che lo stesso Tremonti sono meglio, non condivido ma apprezzo la diversità di pensiero, è quella che rende un paese un grande paese.
      un baciotto
      Vero

  • manineinpasta ha detto:

    Tutto vero, condivido un po’ tutto quello che dici.
    Anche a me preccupano di più le frequentazioni mafiose (ahimè non solo sue…ne abbiamo uno condannato in ritardo e quindi in prescrizione, ma condannato che è senatore a vita…). Ma c’è qualcosa di molto grave anche nel giro di zoccole: finchè pagava con gioielli e soldi, faceva solo schifo (o pena), ma poi si è messo a pagare in seggi e seggiole…questo no, perchè così ha abbassato ulteriormente il livello della politica…sprecando pure completamente la quota rosa.
    Un celebre comico al tempo disse:”Fare fare la legge sulla prostituzione alla carfagna significa avere senso dell’umorismo”. Peccato che non fosse solo una battuta

  • gunther ha detto:

    Condivido molte cose di quello che dici e spero vi liberate del maiale, non è facile come sembra, ma forse la strada è tracciata, questa nulla toglie ed una buona preparazione come la tua ricetta complimenti per tutte e due

  • Kemi ha detto:

    Ciao,
    grazie per il tuo contributo! Interessante il dibattito!
    Norma, sul suo Blog, ha aggiornato gli elenchi ,180 adesioni e oltre 80 ricette già inviate!
    Un saluto, Kemi

  • […] menando il can per l’aia con trofie catalogna e salsiccia […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Trofie con la catalogna (o cicoria) e salsiccia toscana – Liberiamoci del Maiale su Menando il can per l'aia's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: