Zenzero, bavette tonno e pachino

settembre 22, 2010 § 4 commenti

Questa ricetta nasce perchè Duccio, il mio Socio (non è marito, non siamo fidanzati perchè non c’è nessuna promessa di matrimonio, chiamarlo il mio Ragazzo fa troppo adolescente e Compagno fa troppo comunista anche per me!) è un patito di tonno in scatola.
Un giorno d’estate, in pausa pranzo, compro delle meravigliose vongole al mercato. Rientro a casa la sera verso le 19, in bici come sempre (30 minuti di pedalate!!) ma quando apro il sacchetto, realizzo che sono tutte aperte e cotte!!! Come posso rimediare?
Allora mi invento questa ricetta, il Socio esordisce con “la cosa più buona che abbia mai mangiato” l’ha detto spesso nel corso di questi ultimi dieci anni….
Affinchè renda quel che vale è necessario che vi procuriate del tonno in scatola di altissima qualità, niente rio mare e/o similari.


Ingredienti per 4 persone:

  • 400gr di bavette
  • 250gr di tonno sottolio alta qualità
  • 10 pomodori pachino
  • una cipollina
  • zenzero in polvere

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tagliate in 2 metà i pomodori e fateli andare su una griglia di ghisa, in modo da perdere l’acqua in eccesso. Mondate la cipolla e soffriggetela in poco olio con due cucchiai di zenzero, appena appassita unite il tonno e a seguire i pomodori.

Scolate la pasta molto al dente e fatela saltare con il sugo.

Annunci

Tag:,

§ 4 risposte a Zenzero, bavette tonno e pachino

  • Alberto ha detto:

    Il mio tocco di sicilianeità mi fa usare la menta ovunque…
    Lo zenzero non l’ho mai contemplato, se non quando vado a mangiare al giappo, lì ne faccio incetta e per quanto mia moglie dica che sembra detersivo per i piatti(in effetti sa molto di svelto al limone!!!) a me piace tantissimo!
    Invece, in cucina non l’ho mai usato, per quanto sperimenti in continuo e non facica quasi mai un piatto dove non c’è qualcosa di diverso dalle classiche ricette!
    Stavo leggendo le altre ricette, la pentola a pressione in effetti risolve parecchie grane se non si ha molto tempo!
    Ciao e a presto!

    • LaVero ha detto:

      Sei partito dalle prime ricette messe su 🙂 con foto indecenti!
      cmq, lo zenzero che uso come spezia non c’entra nulla con quello jappo (io mangio anche quello… che chiamo saponetta!!). E’ qualcosa di simil piccante che sui piatti di pesce sta davvero bene. Nella mia cucina è entrato per puro caso e ora non manca mai.
      Se non vi fossero mille blog con nel titolo la parola zenzero… anche io l’avrei utilizzata! 🙂
      Adesso vado a curiosare un po’ tra le tue ricette

  • Alberto ha detto:

    Uh, ciao Veronica!
    Mi hai risposto subito, mi fa molto piacere! 😀
    Di solito, se il blog che trovo non ha ancora molte ricette postate, riesco a leggerlo tutto, mi piace conoscervi attraverso quello che scrivete!
    Lo zenzero fresco è qualcosa che ho davvero usato pochissimo, forse solo una volta per insaporire un pesce bollito che non sapeva di niente, ma è davvero un ingrediente sconosciuto per il sottoscritto!
    Saponetta credo sia uno dei termini più azzeccati per identificare lo zenzero sott’aceto che ci servono nei ristoranti!
    Però ti confesso, a me non dispiace affatto! 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Zenzero, bavette tonno e pachino su Menando il can per l'aia's Blog.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: